Cùoppo fritto: storia della tradizione napoletana

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp

Napoli, città meravigliosa, ricca di storia e… di ottimi piatti della tradizione culinaria partenopea. Impossibile non parlare del cùoppo fritto: storia della tradizione napoletana.

Innanzitutto partiamo dalla lingua italiana. Cùoppo, tradotto dal dialetto all’italiano, significa cartoccio a forma di cono. Questo “piatto”, per non dire cono, è uno dei must della cucina street food napoletana. Ideale per essere gustato mentre si passeggia tra i meravigliosi vicoli della città di Napoli.

Storia del cùoppo fritto

Cùoppo fritto

La storia narra che il popolo napoletano più povero acquistasse dai pescatori il pesce più piccolo e che poi lo friggesse per far sì che potesse prendere più sapore.

Si dice che questo piatto dello street food napoletano fosse chiamato “oggi a otto” in quanto veniva venduto per le strade di Napoli anche a debito, a patto che venisse ripagato entro 8 giorni.

Nel passato la parola cùoppo veniva utilizzata anche in modo dispregiativo per indicare delle donne con curve troppo accentuate, mentre tutt’ora oggi viene utilizzato come termine nel dialetto napoletano per indicare una persona poco attraente.

Com’è fatto il cùoppo?

Abbiamo parlato della sua forma a cono, ma com’è composto il classico cùoppo fritto della tradizione napoletana?

Non sarebbe sbagliato dire che si riempie di ogni sorta di fritto, ma volendo essere più precisi esistono due tipi di cùoppo che si distinguono proprio da ciò che contengono.

Il primo è un cùoppo più di “terra”, pieno di pasta fritta, mozzarelline, croccette di patate e tanto altro. Il secondo invece si riempie di fritto di pesce: totani, calamaretti, baccalà fritto, alici fritte e così via.

Cùoppo fritto

Come consumare il cùoppo

Il contenuto fritto del cùoppo và innanzitutto asciugato bene per non far sì che sia troppo unto. Secondo, non deve raffreddarsi perché così facendo si perde la croccantezza irresistibile del suo contenuto.

Può essere mangiato a tavola o per strada camminando, un po’ come gran parte dei piatti della cucina napoletana.

Da noi di Ciucciué potete trovare il classico cùoppo napoletano fatto con amore e nel pieno rispetto della tradizione partenopea. Se vi abbiamo fatto venire l’acquolina in bocca con questo articolo e vi trovate nel milanese, sapete bene dove trovare questo fantastico piatto.

Lascia un commento

About Us

Quando tradizione e innovazione si incontrano nasce Ciucciué.

Con una storia trentennale che oltrepassa i mari, da Napoli, alla Sardegna, fino a Lissone, Ciucciué offre tutta la qualità dei prodotti campani per creare pizze e pietanze che lascino il segno.

Articoli Recenti

Follow Us