Bruschetta: l’antipasto per eccellenza

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp

Vi sarà capitato, nei ristoranti, di lasciarvi tentare dalla bruschetta… ci abbiamo preso? Innanzitutto, se non siete ancora stati da noi, vi consigliamo di provarla perché ce l’abbiamo in tantissime varianti e soprattutto con tutti prodotti di stagione.

In questo articolo abbiamo approfondito la storia della bruschetta e vedere insieme quali sono le sue origini.

https://ciucciue.it/

Bruschetta: l’antipasto per eccellenza

Immaginiamo lo sappiate già: la bruschetta è l’antipasto più italiano che c’è, e su questo non avevamo assolutamente dubbi. La sua ricetta è una delle più semplici: prendete un filone di pane (meglio quello casereccio), tagliate qualche fetta, mettetelo in padella 2 minuti, un filo d’olio e il gioco è fatto.

Sì, lo sappiamo che avreste aggiunto anche i pomodorini, ora vi spieghiamo meglio. La ricetta della bruschetta nasce nell’antichità; molti ritengono che risalga addirittura al tempo degli antichi romani… A quei tempi, la bruschetta riprendeva i sapori e gli ingredienti comuni, come olio d’oliva, frumento e vino che le navi commerciali dell’impero romano trasportavano.

Non solo, si sostiene anche che la bruschetta sia nata dalla necessità degli agricoltori di conservare il pane. Nei tempi antichi, qualsiasi tipo di cibo era una ricchezza, quindi sprecarlo o buttarlo sarebbe potuta diventare una maledizione. Una volta secco, dunque, si cuoceva per farlo abbrustolire leggermente, renderlo croccante al punto giusto e diventare quella che oggi è la bruschetta.

Secondo alcune origini, sembrerebbe che sia nata in Toscana e nel Lazio. Infatti, il verbo bruscare, appartiene al dialetto laziale antico, dal significato di “bruciare” e “cuocere”. Invece, per quanto riguarda l’aggiunta dell’olio, sembrerebbe appartenere agli etruschi… ottima idea, vero?

Gli ingredienti della bruschetta

Con il passare del tempo poi, oltre all’olio, si sono aggiunti anche altri ingredienti, come il pomodoro e l’aglio. Il primo è un ortaggio scoperto nel sedicesimo secolo, nel continente americano, da una pianta appartenente alla famiglia delle solanaceae. L’aglio, invece, è un terzo ingrediente (non amato da tutti) che si aggiunge per rendere ancora più saporito il tutto. La pianta dell’aglio ha delle origine asiatiche che e, ai tempi degli egizi veniva usato come medicinale, infatti, anche oggi si presume che aiuti a rafforzare le difese immunitarie, curioso vero?

Quindi ragazzi, come già anticipato, noi la bruschetta ce l’abbiamo, anche di diverse misure: dai 40 cm ai 120 cm, venite a provarla? Vi aspettiamo!

Lascia un commento

About Us

Quando tradizione e innovazione si incontrano nasce Ciucciué.

Con una storia trentennale che oltrepassa i mari, da Napoli, alla Sardegna, fino a Lissone, Ciucciué offre tutta la qualità dei prodotti campani per creare pizze e pietanze che lascino il segno.

Articoli Recenti

Follow Us